Olympia news

indietro

UNDER 18, OLYMPIA INFINITA, FISIOTECNIK KO!

All’inferno e ritorno. In gara1 dei playoff per la qualificazione all’Eccellenza, l’Under 18 di coach Cavinato tra le mura amiche del PalaDuca regola per 3-2 le tenacissime ospiti del Fisiotechnik dopo una partita vietata ai deboli di cuore. Contro le estensi, quarte classificate del girone A e quindi favorite sulla carta, Il Dark Blue Team parte in maniera incredibilmente contratta e va sotto due set a zero senza praticamente mai entrare in partita, quando nel terzo parziale coach Cavinato riporta la calma tra le sue ragazze e soprattutto ridisegna il sestetto base con l’ingresso di Rachele Zambon in posto 4 e Rachele Carraro in posto 2. Da lì inizia letteralmente un’altra, bellissima, partita: le ospiti non calano di intensità, ma è un’altra Olympia quelle che scende sul taraflex. Sono proprio le due neo-entrate a spaccare in due il match, e a quel punto anche le altre decidono di iscriversi alla gara. Terzo e quarto set volano via sul dominio Olympia e arriva così il quinto, dove le padrone di casa partono sotto 4-0 ma riescono a risalire e a portarsi addirittura sul 14-12. Sussulto ospite fino al 14 pari, brividi in campo e sulle tribune, ma sul nuovo match-ball Olympia capitan Zattarin, autrice di una gara in crescendo, decide di rompere gli indugi e chiude un attacco di seconda intenzione dietro al muro avversario. E’ apoteosi Olympia, che dopo aver visto crollare tutte le proprie ambizioni di qualificazione dopo i primi due set, rimette tutto in gioco e si porta addirittura in vantaggio nella serie. Raggiante il coach a fine gara: “Partita incredibile, tecnicamente e agonisticamente degna dell’altissima posta in palio. Siamo partite addirittura troppo cariche e molte ragazze sono state tradite dall’emozione, ma siamo state bravissime a rimanere lucide e a crederci fino alla fine contro una squadra senza squilli ma terribilmente regolare. Ancora di più, oggi non ha vinto una singola ma ha vinto la squadra, e considerato il nostro percorso, questa è la cosa più importante .Ora andremo in casa loro per gara2: dovremo presentarci con l’elmetto, ma lo spavento preso stasera nei primi due set avrà se non altro il benefico effetto di non farci sottovalutare l’avversario. Mi auguro che l’aver portato a casa questa gara in questo modo abbia sciolto definitivamente la tensione e che riusciremo a distenderci sin dall’inizio come sappiamo e possiamo fare. Per cui testa bassa e nervi saldi.”
Il tabellino: Zattarin (K) 5, Carraro 8, Bevilacqua 4, Greggio A. 3, Sorgato 1, Pinna 4 , Greggio D. 19, Benetti 12, Rampon 1, Zambon 12, Rizzardi (L), Rampazzo (L) ne. Head coach: Davide Cavinato, Assistant coach: Michele Zampieri.