Olympia news

indietro

UNDER 18, BRUSCO RISVEGLIO A SILVELLE

Amara sconfitta a Silvelle per l’Under 18 Olympia, che non riesce a portare a casa neanche un punto contro le pur forti ma tutt’altro che trascendentali avversarie. E’ un’Olympia stranamente nervosa e poco lucida quella che scende in campo domenica mattina, ma tutt’altro che arrendevole: con qualche svarione di troppo che mantiene in scia quando addirittura non porta in vantaggio le coriacee avversarie, le ragazze di mister Cavinato riescono a rimanere sul pezzo, e grazie a qualche turno favorevole al servizio e a una buona fase break riesce ad agguantare in volata le avversarie e a vincere il primo parziale. Sembra il la a un dominio, visto che nel secondo set, sul servizio di Beatrice Zattarin, la truppa tuttablu si porta addirittura 10-5 con le avversarie allo sbando, ma da lì inizia inspiegabilmente il tracollo. Palloni innocui e situazioni semplici diventano di colpo delle montagne invalicabili per le ragazze Olympia, che si incartano da sole e lasciano incredibilmente il campo alle avversarie. Stessa musica nel terzo set, quando le ragazze di mister Cavinato sono in balia del Silvolley per buona parte del parziale sino quasi alla fine, quando sempre servizio e muro difesa riportano a galla il Dark-Blue Team fino addirittura al set-ball: anche qui di colpo però si spegne le luce e una serie drammaticamente lunga di occasioni viene gettata al vento dall’Olympia, che lancia le avversarie sul 2-1. Qui finisce virtualmente la partita: l’Olympia prova a lottare nel quarto parziale, che però diventa presto una passerella per le padrone di casa, nonostante i ripetuti miracoli difensivi di una grande Anna Rizzardi, meritatamente e di gran lunga MVP del match. Amareggiato ma sereno il coach a fine gara: “Brutta prestazione, abbiamo giocato contratte dal primo all’ultimo punto in tutti i fondamentali sena nessun motivo. Non siamo mai riuscite a giocare mettendo in campo i nostri punti di forza, e questo assolutamente per demeriti nostri. E’ un grande peccato, perché contro un avversario regolare ma senza guizzi avremmo potuto fare ben altra partita, ma adesso è inutile recriminare. Il risultato dice una cosa vera, ossia che il nostro livello di gioco attuale non vale il terzo posto nel girone e la qualificazione diretta all’Eccellenza; nulla però è perduto, e dobbiamo assolutamente mantenere i nervi saldi per agguantare almeno il quinto e la possibilità di disputare gli spareggi, che sarebbero comunque un grandissimo risultato per noi.”
Il tabellino: Zattarin (K) 12, Carraro 3, Bevilacqua 5, Greggio A. 1, Sorgato 2, Greggio D. 16, Tagliavini 4, Grigolon, Benetti 5, Rampon 3, Zambon 7, Rizzardi (L), Rampazzo (L) ne. Head coach: Davide Cavinato, Assistant coach: Michele Zampieri.